www.calcolosirenale.com


Vai ai contenuti

Il dolore della colica renale

SPECIALISTI ON LINE - LA RUBRICA PER TUTTI I PAZIENTI

CONSULTA I NOSTRI SPECIALISTI
PER CONSULENZE COMPLETAMENTE GRATUITE
SENZA IMPEGNO DI ACQUISTO.
A TUA DISPOSIZIONE 24 ORE SU 24 ORE
UROLOGI IN ASCOLTO E' UN SERVIZIO DI BREASRL

clicca e chiedi ai nostri specialisti

FAVORISCI LA ESPULSIONE DEL CALCOLO

In farmacia ed on line ad euro 17,50

ACQUISTA IN FARMACIA OPPURE ON LINE BREASTON
EURO 17,50

LA COLICA RENALE
Il dolore della colica renale è tra i più forti descritti nella patologia clinica: prostra il paziente che si meraviglia di come in natura ci possa essere un dolore cosi forte (ai casi estremi): le donne , lo paragonano a quello del parto.

A che cosa è dovuto questo dolore ?
Il calcolo una volta che si è formato , nel rene, discende e determina una ostruzione della via escretrice urinaria. Tale ostruzione produce una dilatazione a monte , che, se si realizza lentamente e progressimavemte , può non dare dolore o solo far avvertire una certa dolenzia ...il paziente riferisce la classica frase...."dottore !! mi sento il rene"....
Se la distensione però si realizza bruscamente si ha la colica renale .
Chiaramente il calcolo distaccatosi dal rene avrà la possibilità di fermarsi in alcuni ristringimenti fiologici presenti nella via escretrice. Questi restringimenti sono:
1. Il colletto di un calice
2. Il passaggio tra pelvi e uretere (giunzione pielo uretrale)
3. L'incrocio degli ureteri con i vasi iliaci
4. Il passaggio tra uretere e vescica

INSORGENZA DELLA COLICA RENALE

La maggior parte delle volte la colica inizia la notte od al primo mattino, svegliando il paziente che avverte improvvisamente un dolore acuto in sede lombare tipicamente a pousse (cioè che va e che viene) e che raggiunge il suo massimo rapidamente ma che altrettanto rapidamente può scomparire.

DURATA DEL DOLORE
Da qualche minuto a qualche ora. Raramente anche giorni.

IRRADIAZIONE DEL DOLORE

Entrare nella stanza di un paziente al letto e fare diagnosi di colica renale è facilissimo. Non essendoci irritazione del peritoneo (a differenza dell'appendicite o di qualche altro processo acuto del peritoneo) il paziente anziche rimanere fermo o immobile , poichè ogni movimento genera nel peritonismo dolore....sarà in continua agitazione , cambiando spesso posizione nel tentativo di trovare una posizione che lenisca o quantomena riduca la percezione del dolore.
Il letto di chi ha la colica renale è uguale a quello nel quale hanno giocato i figli con i guanciali.

Il paziente in compenso sa localizzare benissimo il dolore che potrà andare dalla regione lombare in avanti verso la regione iliaca o ipogastrica (sotto l'ombelico) raggiungendo l'inguine ed il testicolo (nell'uomo)oppure il grande labbro (nella donna), fino alla faccia interna delle cosce o la punta del pene.

SCHEMA TERAPEUTICO DI COLICA RENALE

La terapia da adottare in caso di colica renale accompagnata da nausea e vomito e questa:

1. Toradol o Lixidol 30 mg . Somministrare intramuscolo 1 fiala ogni 12 ore non superando le tre fiale

2. Apporto idrico sufficiente (integrare con almeno due litri di acqua al giorno)

3. Assumere citrato di potassio e di magnesio associato al phyllantus per facilitare la espulsione del calcolo o del suo scioglimento . Pertanto:
BREASTON BUSTINE 1 bustina ogni 12 ore per 10 giorni

SCHEMA TERAPEUTICO DI ESPULSIONE DI CALCOLO

Qualora la colica sia passata ma il calcolo è rimasto la terapia da adottare sarà questa:

1. Terapia idropinica (Bere due litri di acqua al di)

2. Breaston bustine 1 bustina al di per due mesi

3. Spasmex compresse 1 compressa ogni 8 ore per 7 giorni

4. Omnic /Xatral/Benur 1 compressa alla sera prima di andare al letto (se il calcolo è localizzato nel tratto terminale dell'uretere)

TERAPIA DEL CALCOLO CON FEBBRE E BRIVIDI

Qualora oltre il calcolo sia presente anche la febbre lo schema terapeutico sara il seguente:

1. Terapia idropinica (Due litri di acqua al fi)

2.
Breaston bustine (1 bustina al di per due mesi)

3. Levoxacin 500/Tavanic 500 1 compressa al di per 10 giorni

4. Coefferalgan 1 compressa al bisogno se dolore

5. Omnic/Xatraal/Benur se calcolo ostruente terminale

6. Medrol 16 milligrammi 1/2 compressa ore 8.00 ed ore 20 per tre giorni
(L'utilizzo del cortisone è legato alla risoluzione dell'edema che sta a valle del calcolo favorendone la espulsione )

PREVENZIONE DELLA FORMAZIONE DI NUOVI CALCOLI

La prevenzione della formazione di nuovi calcoli, la si fa approntando un particolare regime dietetico, (eliminazione di alcuni cibi sulla base del tipo di calcolo), assunzione di grandi quantità di acqua, ALCALINIZZAZIONE delle URINE con citrato di potassio e di magnesio associato al phyllantus. Pertanto BREASTON BUSTINE , 1 bustina al di per due mesi: tale ciclo deve essere ripetuto almeno quattro volte l'anno.



Home Page | La calcolosi urinaria | Sintomi | ESWL - Espulsione del calcolo | Quali esami effettuare | La terapia medica | La terapia chirurgica | Breaston bustine | Consulta senza impegno lo specialista | bibliografia | Domande sulla calcolosi renale | IL sangue nelle urine | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu